mercoledì 16 aprile 2008

#286: Bipolarismo? no grazie

Stavo osservando gli effetti del cosiddetto bipolarismo. Argomento con cui tutti i politici, anche quelli che sono stati fatti fuori, ci hanno rotto le palle per mesi.
Mettiamo lo sbarramento al 4%! Così eliminiamo tutti i partiti piccoli che ricattano le coalizioni.
Ma io ora mi chiedo.
Personalmente sono contento di non avere più un Bertinotti o un Pecoraro Scanio o uno Storace in mezzo alle palle, e la questione non c'entra niente con la vittoria del nano malefico piduista, però mi pongo un problema.
La democrazia come è intesa oggi (cioè elezione di rappresentanti) è uno dei peggiori sistemi di goveno mai creati, perchè fa finta di lasciare al popolo la libertà di scelta, invece non c'è alcuna libertà di scelta e sono sempre i soliti oligarchi a comandare.
Ma in un'ottica democratica, il bipolarismo è proprio anti-democratico.
Io mi chiedo e quel 3% che ha votato la sinistra arcobaleno (più di un milione di persone), o la destra (2,4... 890 mila persone), da chi cazzo sono rappresentate in parlamento? (non nomino gli altri che hanno preso 2000 voti circa).
Il bipolarismo fa schifo.

2 commenti:

Wireless ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

cmq voglio dire che generalmente in europa la democrazia funzia un pò meglio che in italia (vedi spagna o anche francia)
solo per chiarire quel discorso degli oligarchi
michele